Diritto di Impresa

Coronavirus: DPCM 22 marzo. Dove non diversamente disposto, l'attività alberghiera può continuare

aggiornamento coronavirus Governo turismo

Come da codice 55.1 dell'allegato A al decreto, alberghi e strutture simili non sarebbero attività suscettibile di sospensione.

Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato il decreto relativo al blocco delle attività non essenziali. 

Riservandoci tutti i necessari approfondimenti, segnaliamo che, fermo restando quanto disposto dalle ordinanze locali, il provvedimento nazionale, NON prevede la chiusura delle strutture alberghiere. 
Confindustria Alberghi segnala, inoltre, che il DPCM precisa come le imprese le cui attività non sono sospese rispettano i contenuti del Protocollo contenente le misure anti-contagio sottoscritto il 14 marzo scorso fra il Governo e le Parti Sociali.  

Allegati

Riferimenti

MARIA CHITI - m.chiti@confindustriatoscananord.it - tel. 0573991723