Sicurezza

Coronavirus: Ordinanza n. 10 Regione Toscana su circolazione lavoratori - Utilizzo mascherine

coronavirus valutazione rischi

Si trasmette l'ordinanza n. 10 della Regione Toscana, che fornisce chiarimenti sulla circolazione dei lavoratori. Si forniscono inoltre chiarimenti sull'utilizzo di mascherine.

Ordinanza Regione Toscana su circolazione persone e quarantena:

La Regione Toscana ha pubblicato l'ordinanza n. 10, con cui precisa e modifica quanto stabilito nella precedente ordinanza n. 6 del 2 marzo 2020. In particolare secondo le nuove disposizioni:

1. viene meno l'obbligo di procedere all’isolamento fiduciario volontario per coloro che abbiano fatto ingresso in Toscana, o vi abbia fatto ingresso negli ultimi quattordici giorni, dopo avere soggiornato nella regione Lombardia e nelle province di  Modena,  Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e  Urbino,  Alessandria, Asti,  Novara,  Verbano-Cusio-Ossola,  Vercelli,  Padova,  Treviso  e Venezia;

2. le persone di cui al punto 1, non saranno sottoposte ad isolamento fiduciario ma dovranno fare rientro immediato al proprio domicilio, abitazione o residenza. Sono escluse dall'applicazione di tale previsione le persone i cui spostamenti siano motivati da compravate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute, ivi compresi gli addetti al transito e trasporto merci ed a tutta la filiera produttiva da e per le zone indicate. La disposizione è rivolta a quelle persone che negli ultimi giorni sono venute in Toscana dalla Lombardia e dalle province “rosse” del nord Italia senza le previste cause giustificative.

3. dovrà essere il Servizio di igiene pubblica territorialmente competente a prescrivere la quarantena, con sorveglianza attiva per un periodo massimo di 14 giorni, dandone comunicazione al sindaco, in qualità di autorità sanitaria territorialmente competente. Precedentemente Servizio di igiene pubblica proponeva Sindaco di adottare il provvedimento.

Utilizzo di Mascherine:

A seguito di numerosi quesiti ricevuti in merito all'utilizzo di mascherine da parte dei lavoratori , si precisa che ad oggi non sussiste alcun obbligo generalizzato.

Il Ministero della salute, richiamando l’Organizzazione Mondiale della Sanità, raccomanda di indossare una mascherina solo se si sospetti di aver contratto il nuovo Coronavirus e siano presenti sintomi quali tosse o starnuti o se si accudisce una persona con sospetta infezione da nuovo Coronavirus.

"L’uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani. Infatti, è possibile che l'uso delle mascherine possa addirittura aumentare il rischio di infezione a causa di un falso senso di sicurezza e di un maggiore contatto tra mani, bocca e occhi". 1

Non è, pertanto, utile la diffusione a pioggia di mascherine, peraltro ad oggi difficilmente reperibili,

E', invece, raccomandabile consultare il medico competente aziendale per una specifica valutazione delle diverse mansioni presenti in azienda, finalizzata a valutare l'opportunità della mascherina per quelle mansioni in cui il rischio di contagio non sia abbattibile con altri sistemi (es.distanza).

Nel caso in cui sia reputato necessario l'utilizzo della mascherina, dovranno essere rispettate le seguenti regole:

  • prima di indossare la mascherina, lavarsi le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica;
  • coprire bocca e naso con la mascherina assicurandosi che sia integra e che aderisca bene al volto;
  • evitare di toccare la mascherina mentre si indossa, se si tocca, lavarsi le mani;
  • quando diventa umida, sostituirla con una nuova e non riutilizzarla, in quanto maschere mono-uso;
  • togliere la mascherina prendendola dall’elastico e non toccare la parte anteriore della stessa; gettarla immediatamente in un sacchetto chiuso e lavarsi le mani.2

Si ricorda che Confindustria Toscana Nord  ha attivato un help desk coronavirus come primo interfaccia su temi di carattere generale e su questioni specifiche in ambito sindacale e di diritto del lavoro.  I riferimenti sono:

STEFANO LEGNAIOLI - Lucca - s.legnaioli@confindustriatoscananord.it - tel. 0583444220
ANDREA LO ROCCO - Prato -a.lorocco@confindustriatoscananord.it - tel. 0574455294
ALESSANDRO VAIANI - Pistoia - a.vaiani@confindustriatoscananord.it - tel. 0573991727

Note

1) Faq - covid-19 Ministero della salute - domanda 35

2) Faq - covid-19 Ministero della salute - domanda 36

Allegati

1. ordinanza regione toscana numero 10 del 10 marzo 2020 (1).pdf

 

Documenti correlati

Riferimenti

GIACOMO BRIGHETTI - g.brighetti@confindustriatoscananord.it - tel. 0574455252
RICCARDO GIUSTI - r.giusti@confindustriatoscananord.it - tel. 0583444319
FRANCESCO PUCCIONI - f.puccioni@confindustriatoscananord.it - tel. 0573991735