Le opportunità di investimento negli Usa: oggi a Lucca l'incontro dell'ambasciatore Lewis M. Eisenberg con le imprese

Si chiama SelectUSA ed è un programma per sostenere gli investimenti esteri negli Stati Uniti: un'opportunità interessante anche per le imprese del territorio di Lucca, Pistoia e Prato, dove è recente la notizia del forte investimento produttivo dell'impresa Sofidel in Ohio. SelectUSA peraltro è pensato non solo per investimenti di questa natura ed entità ma anche per operazioni più circoscritte come l'istituzione e il rafforzamento di presidi commerciali.

Per illustrare alle imprese le potenzialità di questo strumento si è tenuto oggi nella sede di Lucca di Confindustria Toscana Nord un seminario che ha coinvolto le imprese del territorio e i rappresentanti di sette Stati Usa: Georgia, Indiana, Iowa, Ohio, Pennsylvania, Tennessee e Virginia. Molto atteso l'intervento dell'Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia e nella Repubblica di San Marino, Lewis M. Eisenberg, che ha dichiarato:

"Siamo stati oggi a Lucca con una rappresentanza di sette Stati che costituiscono quasi il 20% del PIL degli Stati Uniti. Il nostro scopo è spiegare come il Governo americano e la nostra missione diplomatica possano snellire e rendere più chiare alle imprese italiane, piccole e grandi, le procedure per investire negli Stati Uniti, come ha fatto Sofidel. Gli investimenti diretti esteri italiani negli Stati Uniti continuano a crescere. Le imprese italiane sono benvenute negli Stati Uniti per il loro desiderio di integrarsi e per i loro contributi al rafforzamento del tessuto economico e sociale nelle comunità in cui decidono di investire. Il Presidente e il Congresso hanno riformato il sistema fiscale per le aziende e stanno semplificando le normative, facendo degli Stati Uniti un paese più pronto che mai per il business. Fare impresa negli Stati Uniti è facile: abbiamo un sistema giudiziario veloce e affidabile, mercati finanziari dinamici, una forza lavoro specializzata, l’accesso alla proprietà intellettuale migliore al mondo. Vorrei che l’incontro di oggi generasse slancio verso il sesto vertice SelectUSA, che avrà luogo nei pressi di Washington, DC dal 10 al 12 giugno 2019. Negli ultimi tre anni, la delegazione italiana è stata tra le prime cinque in Europa e l’anno scorso la Toscana ha inviato più partecipanti di qualsiasi altra regione. Vorremmo confermare questa tendenza."

Ad accogliere l'Ambasciatore e a portare il suo saluto agli intervenuti è stato il presidente di Confindustria Toscana Nord Giulio Grossi:

"Sono certo che le opportunità del programma SelectUSA illustrate oggi saranno colte dalle imprese nelle loro positive potenzialità. Le relazioni commerciali con gli Stati Uniti sono da sempre parte integrante del nostro sistema. L’export, in particolare, è in crescita ed ha nella moda il suo settore di riferimento; ma anche alimentari, meccanica e mezzi di trasporto, nautica inclusa, hanno una loro rilevanza. Importiamo invece legno e prodotti in legno, prodotti chimici e farmaceutici, macchinari. L’interscambio è quindi vivo e vitale e confidiamo che tale rimanga, senza che intervengano fattori di ostacolo alla circolazione delle merci. Gli investimenti produttivi, sia di imprese del nostro territorio negli Stati Uniti sia viceversa di imprese statunitensi da noi, sono un fenomeno più recente. Luigi Lazzareschi, che ha portato la testimonianza dell'esperienza di Sofidel nel seminario di oggi e che ha favorito questo incontro, ha realizzato un’operazione particolarmente rilevante; tuttavia sono molte le imprese potenzialmente in grado di guardare agli Stati Uniti come a un Paese in cui investire per produrre o per istituire dei presidi commerciali che possano avvalersi di collaboratori locali, con il loro bagaglio di competenze e di radicamento nel territorio. Operazioni del genere costituiscono per le imprese una leva di crescita e di sviluppo di cui si avvantaggia anche il territorio di partenza."

Al seminario hanno partecipato 50 imprese; si sono poi tenuti 35 incontri fra imprese e rappresentati degli Stati. L'Ambasciatore Eisenberg era accompagnato dal Console generale di Firenze Benjamin V. Wohlauer. I lavori sono stati aperti da Todd Avery, Ministro Consigliere per gli Affari commerciali dell'Ambasciata degli Stati Uniti a Roma, che ha anche illustrato i contenuti di SelectUSA; è intervenuto, oltre a Luigi Lazzareschi, Daniele Ferretti di Ferretti Law Firm.

Le imprese che desiderino approfondire le opportunità di SelectUSA possono contattare Confindustria Toscana Nord, Area internazionalizzazione, oppure direttamente i referenti statunitensi cgfiprotocol@state.gov o Andrea.Rosa@trade.gov. Informazioni disponibili anche sul sito www.selectusasummit.us.

In foto, da sinistra, Lewis M. Eisenberg, Giulio Grossi, Luigi Lazzareschi e Daniele Ferretti